Sessioni

La direzione del lavoro  è quella suggerita dall’’Integrazione Strutturale proposta da Ida Rolf. Aiutare il cliente a rapportarsi in maniera efficace con la forza di gravità, (ri)collegando i vari segmenti del corpo. Lavorando in ogni sessione su un preciso segmento e utilizzando tecniche più leggere (Joint Release, Bowen, Craniosacrale,) e più profonde (Connettivale, Chua k’a).

Una sessione di Rebalancing ha l’obiettivo di creare lo spazio. Ottiene questo risultato sopratutto “accogliendo” il cliente , quindi anche attendendo che sia pronto a ricevere una manipolazione del tessuto connettivo profondo. Nell’attesa vengono utilizzare teniche ricettive o sottili, oppure una manipolazione del tessuto direttamente proporzionale alla capacità di ricevere del cliente.
Raramente si inizia con la prima sessione standard al primo incontro. Nel primo incontro l’attenzione è posta sulla capacità del cliente di ricevere un lavoro profondo. La manipolazione lenta e profonda dei tessuti connettivali può aiutare il riemergere di conflitti emotivi o insight (visioni interne, satori).

L’intera sessione è uno spazio per sentire ed esprimere il non verbale “taciuto” o dimenticato. Può essere un gesto, un colpo di tosse, un pianto dolcissimo o un grido di paura. Questi momenti sono accompagnati con distacco e amorevolezza, riportando l’attenzione  sul “qui e ora”. Perché la meditazione è il cuore del Rebalancing. La meditazione accade all’operatore e al cliente quando entrano nello spazio del “sentire”, del cuore. Quando gli obiettivi della sessione scivolano sullo sfondo e la mani si fanno guidare dal “quieora”, e non c’è niente di più terapeutico di mani che padroneggiano tecniche così potenti, ma che sono guidate dall’Amore…

Nelle sedute il rapporto è individuale. Si lavora con la persona (cliente), si lavora sulla “corazza caratteriale” andando a “manipolare” fasce muscolari, tensioni articolari, contrazioni profonde con tecniche via via più leggere. Più si va in profondità, più leggero diventa il tocco. 

Completando un ciclo di dieci sessioni individuali si può arrivare a cambiare prospettiva dal punto di vista fisico  e cognitivo. Può accadere un riallineamento rispetto alla forza di gravità. Osservando le nostre paure, shock, traumi fisici e psichici, che hanno causato rotazioni, compressioni, tensioni, accorciamenti, dolori e malattie.

Le dieci sessioni

Sessione 1 – Apertura del Respiro
Si lavora sul torace in modo da allentare le tensioni che non
permettono una respirazione profonda e completa. Liberando il diaframma i movimenti diventano piu’ morbidi e con un minor dispendio di energia.

Sessione 2 – Grounding
Sciogliendo le tensioni nelle gambe, caviglie e piedi, viene percepita una maggiore sensazione di stabilità (emotiva). Lo scopo e’ raggiungere il radicamento nella Terra (essere concreti), creare stabilità.

Sessione 3 – Tridimensionalità del corpo
Braccia, spalle, gabbia toracica e i muscoli profondi dell’anca sono il focus di questa sessione . Percezione delle 3-dimensioni (anteriore, posteriore e laterale del corpo) e miglioramento del tasso metabolico del corpo.

Sessione 4  – La Pelvi
Si contattano i muscoli interni delle gambe (adduttori) e la loro connessione col bacino. Si lavora per sostenere la parte inferiore della schiena e del bacino per trovare una più flessibile ed equilibrata postura.

Sessione 5 – Il Nucleo
Pancia e muscoli del ventre profondo (psoas), al fine di riallineare il bacino e la spina dorsale. Lasciarsi andare dal centro del proprio Essere ai sentimenti profondi: vivere pienamente.

Sessione 6  – Stare in piedi
Muscoli profondi della schiena e delle gambe, al fine di aiutare il corpo ad essere più verticale. Utile a rilasciare mal di schiena cronico.

Sessione 7 – Giù la maschera
Collo, gola e il viso; ritrovare l’armonia e il rapporto della
testa con il resto del corpo. Questa sessione può sciogliere il dolore
cronico del collo e le tensioni nella mascella e gli occhi.

Sessione 8, 9 e 10 – Integrazione e Guarigione
Consapevolezza nel movimento, relazione tra la parte superiore e inferiore del corpo, l’emisfero destro e sinistro del cervello, l’essere con il fare.
Sessioni volte a portare equilibrio e integrazione al tutto.

Cerca un Rebalancer nella tua zona.

Lascia un commento!

Ti piace questo sito? Restiamo in contatto: clicca su Mi Piace.